Il Forum è consultabile solo in modalità lettura. Per domande o consigli iscriviti al nostro GRUPPO FACEBOOK / COMMUNITY cliccando qui

Assistenza Samsung

Discussione in 'Samsung Galaxy Tab S ( 8.4 - 10.5 )' iniziata da wota, 30 Nov 2015.

Condividi questa Pagina

  1. wota

    wota Baby Droid

    Iscritto:
    30 Nov 2015
    Messaggi:
    1
    "Mi Piace":
    0
    Ciao a tutti,

    innanzitutto mi scuso per aver scritto un “romanzoâ€￾, ma sinceramente non sono riuscito ad essere più conciso. Per essere più breve avrei dovuto omettere situazioni o fatti, ma nella situazione che ho vissuto, ritengo che siano tutti importanti. Quindi scusatemi fin da subito per il post “infinitoâ€￾. Ovviamente chi non he ha voglia, non è certo tenuto a leggerselo :sor1:.
    Faccio solo una premessa, anche questa a mio avviso doverosa: ritengo di aver vissuto una vicenda incredibile ed alla fine mi sono ritrovato a scontrarmi con un muro di gomma. Non è piacevole questo senso di “impotenzaâ€￾ Quindi scrivo questo post per mettere al corrente altri utenti della situazione che ho vissuto con l'assistenza Samsung. Non è mia intenzione giudicare o denigrare nessuno, per questo descriverò solamente i fatti senza aggiungere nessuna considerazione. Però l'idea di poter informare qualcuno di quanto mi è accaduto mi fa sentire un po' meglio e mi piacerebbe che queste situazioni, quando si verificano, venissero segnalate più spesso, riportando solo i fatti ed omettendo poi tutte le considerazioni del caso. Ognuno poi è libero di leggere,credere e trarre le proprie conclusioni, come del resto è sempre stato. Però un po' di informazione in più da parte degli utenti la ritengo una cosa utilissima. Poi, appunto, ognuno di noi è sempre libero di decidere come meglio ritiene opportuno.

    I° situazione. Gennaio 2014, acquisto presso un punto vendita di un noto marchio GDO un Samsung Galaxy S3 Mini per mia moglie. Dopo un mese di utilizzo il display rimane nero, nonostante l'accensione regolare del telefono. Lo portiamo allora nel centro di assistenza Samsung di Roma, ma dopo pochi giorni ci dicono che il telefono non può essere riparato in garanzia perché sulla scheda madre ci sono dei segni di utilizzo di acidi (corredano il tutto di fotografie che peraltro non sono comunque chiare), quindi deducono che il telefono sia stato aperto con l'intento di ripararlo (quindi manomesso). Propongono la sostutizione del display a pagamento al prezzo di € 230,00 (il telefono l'avevamo pagato € 179,00). Rinuncio alla sostituzione del display. Telefono allora a Samsung per chiedere spiegazioni. L'operatore, molto gentilmente, si riserva di verificare e mi dice che mi avrebbero ricontattato loro dopo aver fatto tutte le verifiche. Dopo qualche giorno mi richiamano e mi confermano che sulla scheda madre risultano segni di ossidazione e per questo motivo non può essere ritenuto un difetto di fabbrica, ma piuttosto un'intervento non autorizzato da un centro Samsung.

    II° situazione. Agosto 2015 Il mio Samsung Galaxy Tab S impazzisce. Si pianta, rimane bloccato, si fa fatica a riavviarlo perché la risposta del dispositivo è veramente lenta. Parliamo di 5/6 secondi di ritardo tra il tocco sul display e la relativa risposta. I tempi di riavvio sono lentissimi, circa 4/5 minuti. Il wi-fi non funziona, la navigazione in 4G si perde dopo pochi minuti, non legge più la scheda SD ed alterna momenti di regolare fluidità nell'utilizzo a momenti in cui sembra che tutto si sia bloccato, anche per diversi secondi (10/15 secondi). Insomma, il tablet è inutilizzabile e neanche resettando il dispositivo si ottiene il benchè minimo sengale di miglioramento.
    -25 agosto: porto allora il dispositivo ancora in garanzia al negozio Vodafone dove l'avevo acquistato, spiego i problemi e lo mandano al centro assistenza (Vodafone sembra utilizzare un centro assistenza sul quale convergono tutti i dispositivi marchiati “Vodafoneâ€￾. Comunque un centro ufficiale). Siamo nella settimana successiva a quella di ferragosto e mi dicono che se normalmente i dispositivi in 15 gg ritornano, data la circostanza delle ferie, probabilmente ci sarebbe voluta una settimana o 10 gg di più;
    -22 settembre: mi viene riconsegnato il tablet. Lo ritiro, la scheda di riparazione riporta: “Reinstallazione/aggiornamento release software e collaudo funzionale. Analisi tecnica e sostituzione di componenti su scheda elettronicaâ€￾. Porto il tablet a casa ma appena lo utilizzo noto che soffre degli stessi problemi (tutti, nessuno escluso) che aveva prima di portarlo in assistenza;
    -26 settembre: riporto il tablet al negozio Vodafone e gli faccio notare che il tablet ha gli stessi problemi. Il tablet allora viene rimandato all'assistenza;
    -13 ottobre: ritiro nuovamente il tablet. La scheda di riparazione riposta: “Reinstallazione/aggiornamento release software e collaudo funzionale. Analisi tecnica e sostituzione di componenti su scheda elettronicaâ€￾. Questa volta verifico in negozio la funzionalità del tablet e constato che nulla è cambiato. Lo faccio vedere al personale del negozio, peraltro gentilissimo, e tra lo sbigottito e l'imbarazzato mi dice che se voglio possono mandarlo nuovamente in assistenza, ma mi consiglia di portarlo direttamente in assistenza Samsung.
    Memore della scorsa esperienza con il centro di assistenza Samsung di Roma, penso che non sia il caso di rivolgermi direttamente allo stesso centro, anche se ritenevo probabile che qualsiasi altro centro autorizzato Samsung avrebbe finito per mandare il tablet in riparazione proprio in quel centro. Ma preferivo comunque evitare un rapporto diretto. Non so se questa scelta mi abbia comunque penalizzato o meno. Probabilmente non lo saprò mai.
    Così, tramite amici, mi metto alla ricerca di un centro Samsung che potesse gestire “in autonomiaâ€￾ le riparazioni. Individuo il centro.
    -22 ottobre: porto il tablet spiegando tutti i malfunzionamenti. Prendono il tablet e mi dicono che se la riparazione poteva essere fatta da loro, nell'arco di 2 o 3 giorni il tablet sarebbe stato pronto. In alternativa sarebbe stato mandato all'assistenza Samsung e la riparazione avrebbe richiesto circa una settimana. Esco dal centro confortato dall'idea che potessero essere loro a risolvere la situazione.
    -3 novembre: ritorna il tablet e la scheda di riparazione riporta quanto segue: “*** TESTATO CON SD E WIFI LAB *** SOSTITUZIONE LETTORE SD + RIPRISTINO CONTATTI + RIPRISTINO IMPOSTAZIONI + AGGIORNAMENTO SOFTWARE + TEST RF + CONTROLLO QUALITA'CTDI SOLUTIONSâ€￾. Ritiro il tablet pensando che questa fosse stata la volta buona. Esco dal negozio ma appena fuori penso che sia il caso di testarlo prima di allontanarmi. Il tablet non funziona, riporta tutti gli stessi difetti di sempre. Ritorno nel negozio e gli faccio presente la cosa. Effettua test pratici (utilizzandolo quindi, senza strumenti) e vari riavvii e constata il malfunzionamento. L'unica cosa a loro favore è che effettuato il test per il lettore di schede SD con una loro scheda, questa viene letta regolarmente (la mia scheda SD che è sempre stata nel tablet viene ancora oggi letta regolarmente dal mio PC sul quale ho installato Linux). Però il tablet rimane effettivamente inutilizzabile. Mi suggerisce allora di rimandarlo in assistenza con una richiesta di sostituzione, così acconsento e rimando il tablet in assistenza richiedendone la sostituzione;
    -16 novembre: mi chiama il centro nel quale ho portato il tablet e mi dicono che Samsung mi propone la sostituzione con un Galaxy Tab A 9,7â€￾ LTE. Dopo aver verificato le caratteristiche (mi avevano indicato solo la sigla del prodotto che sul momento non sapevo ricondurla al modello esatto) ritelefono dicendo che non accettavo la sostituzione (si tratta di un modello di fascia decisamente più basso):
    -18 novembre: mi chiama il centro nel quale ho portato il tablet e mi dicono che Samsung mi propone la sostituzione con un Galaxy Tab S2 9,7â€￾ LTE. Anche qui dopo aver verificato le caratteristiche del prodotto offerto, visto che indicano solo la sigla del prodotto, rifiuto dicendo che il mio acquisto si era rivolto sul Samsung Galaxy Tab S per determinati motivi ed era quello che mi interessava, nessun altro prodotto;
    -stesso giorno: telefono in Samsung per avere spiegazioni. A nulla valgono le mie richieste, l'operatore mi dice che non può fornirmi spiegazioni o altro. Il mio riferimento può essere solo il punto di assistenza dove ho lasciato il tablet. Il punto di assistenza mi dice che loro mi riferiscono solo quello che dice o propone Samsung, ma loro non hanno nessuna voce in capitolo. Sono solo intermediari. Dopo numerose telefonate a Samsung, un operatore (neanche tanto gentile) mi dice che il Samsung Galaxy Tab S non è più disponibile. Tutte le scorte sono esaurite. Decido allora di accettare l'ultima proposta che mi era stata fatta.
    -qualche giorno dopo mando una mail a Samsung chiedendo di avere un riferimento (telefonico, mail o postale) dove poter inoltrare un reclamo. Mi dicono che lo posso inviare via e-mail. Mando così una mail spiegando tutto quello che mi era successo, con il solo ed unico scopo che la mia segnalazione potesse essere utile per migliorare il servizio di assistenza. Ottengo solo risposte fuori luogo e che a me non aiutano per niente. Non so se il reclamo è effettivamente stato passato a chi di competenza.

    Non riporto tutte le chiamate e mail che ho mandato nel frattempo, ma riporto solo l'ultima chiamata di oggi, 30 novembre, dove mi ribadiscono (come del resto in tutte le altre) che il tablet è in magazzino e pronto per essere spedito. Sono circa 10 giorni che in tutte le telefonate e le mail che ho mandato mi dicono la stessa cosa: “il tablet è in magazzino e pronto per essere speditoâ€￾ oppure “le confermo che quanto prima il nuovo dispositivo verrà consegnato al city pointâ€￾.

    Credo di aver scritto abbastanza. Ognuno può trarre le proprie conclusioni.
    Buon Android a tutti.

    Stefano