Il Forum è consultabile solo in modalità lettura. Per domande o consigli iscriviti al nostro GRUPPO FACEBOOK / COMMUNITY cliccando qui

[NEWS] Google limiterà l'accesso ai propri servizi: facciamo chiarezza.

Discussione in 'Off Topic' iniziata da Giulio75, 26 Mar 2018.

Condividi questa Pagina

  1. Giulio75

    Giulio75 Guest

    Come si può leggere da un articolo apparso sul nostro Blog qualche giorn fa dal titolo "Google blocca le GApps sui device non certificati, ma non sulle custom ROM" Google ha limitato l'accesso ai dispositivi Android non certificati ai propri servizi, tra cui l'app store di Google Play.
    Ciò significa che gli smartphone che non soddisfano i requisiti del gigante della ricerca o semplicemente non superano la certificazione non saranno più equipaggiati con il pacchetto GApps preinstallato.

    Come sappiamo, Google tiene traccia di quali dispositivi sono forniti della suite di applicazioni GApps, che include il Google Play Store, Google Drive, Gmail e altri servizi aziendali. Per ottenere il permesso di poter installare questi programmi, le aziende produttrici devono certificare ciascun dispositivo. Ma alcuni brand, in particolare i produttori di dispositivi economici, hanno ignorato questa regola, installando manualmente le GApps, dal momento che tale funzionalità era disponibile nel firmware personalizzato. Ora questa scappatoia è chiusa.

    I servizi di Google inizieranno presto a verificare la data di costruzione del firmware. Se è successiva al 16 marzo e il dispositivo non è certificato da Google, quando avvii Google Play o qualsiasi altro servizio del gigante di ricerca, sullo schermo verrà visualizzata una notifica .

    xxxxxx.jpg

    Per chi invece ha impostato un firmware personalizzat e/o con un bootloader sbloccato, ci sarà comunque un modo per accedere ai servizi di Google. Per fare ciò, è necessario registrare manualmente il dispositivo specificando l'ID Android. Tuttavia, vale la pena ricordare che questa operazione è limitata a 100 per ogni singolo account di Google. Quindi, se cambiate spesso firmware o smartphone, questo limite potrebbe esaurirsi.

    Fonte XDA

    Fonte androidpolice
     
    A Matty22, Phil Stelar e uLtiMo125 piace questo elemento.
  2. Davidosk

    Davidosk Worker Droid

    Iscritto:
    29 Mar 2017
    Messaggi:
    74
    "Mi Piace":
    37
    Ciao! Mi vengono in mente diverse domande: ma mettere un limite al cambio dell'ID (e quindi al numero di volte in cui si possono cambiare le ROM) non limita fortemente il lavoro degli sviluppatori? Inoltre, non sarebbe un autogol clamoroso di Google, dopo aver lanciato il project treble?
    Io non sono un informatico, né uno sviluppatore perciò chiedo a chi se ne intende seriamente: qualcuno ha una vaga idea di come risolvere questo impiccio?

    Ringrazio in anticipo chiunque risponderà :)
     
    A Matty22 piace questo elemento.
  3. Giulio75

    Giulio75 Guest

    Sicuramente troveranno un escamotage prima o poi a questo, come è già successo in passato per altre circostanze.

    EDIT: C'è già qualche passo avanti su come far riconoscere a Google il proprio dispositivo come se fosse certificato anche se non lo è, come spiega lo sviluppatore di Magisk, nonchè della comunità di XDA topjohnwu, in un articolo sulla versione di Magisk v16.3

    https://www.xda-developers.com/magisk-16-3-fixes-pokemon-go-uncertified-devices/
     
    Ultima modifica di un moderatore: 28 Mar 2018
    A Matty22 e Davidosk piace questo messaggio.
  4. Davidosk

    Davidosk Worker Droid

    Iscritto:
    29 Mar 2017
    Messaggi:
    74
    "Mi Piace":
    37
    Grazie! Andrò a leggermelo :D